Per asse si intende quel segmento di retta che, passando per un ipotetico baricentro della lettera, divide il corpo stesso in due parti quasi simmetriche. Naturalmente è assai facile individuare il corpo e di conseguenza l'asse di lettere calligrafiche; molto meno in scritture che hanno assunto una personalizzazione e si sono quindi staccate dal modello d'apprendimento. Se però noi ci abituiamo a fare riferimento alla lettera appresa, cioè al modello calligrafico, notiamo che le difficoltà

si riducono. Quando ci troviamo pertanto dinanzi a lettere oltremodo personalizzate dobbiamo, mentalmente e sinteticamente, ripercorrere l'iter che lo scrivente ha seguito per giungere alla defirùtiva fisionomia della lettera. In questo modo si riesce a individuare il corpo e di conseguenza l'asse nella maggior parte delle lettere. Quando ciò non è possibile si può far ricorso ad alcune semplici regole:

1. Quando il corpo di una lettera è T ~ f formato da un angolo più o meno regolare, può essere adottata la " cosiddetta regola 'della bisettrice',  che consiste nel tracciare l'asse r / "- dividendo a metà l'angolo individuato. 2. Per le lettere 'e' e 'i' vale la seguente regola: quando l'asta è rettilinea diventa essa stessa l'asse della lettera. Quando invece è concava verso destra e la lettera è più o meno simmetrica, essa va divisa a metà utilizzando come punti di riferimento l'incrocio tra asta e filetto da una parte, e l'apice dell'asola dall'altra.

3. Nelle lettere 'i', 'm', 'n' e 'u' l'asse è segnalato abitualmente. dalle aste stesse. Può darsi il caso però che la parte ascendente presenti un'inclinazione differente dalla discendente. Ecco che si può applicare la regola della bisettrice quando le due parti sono simmetriche e soprattutto con uguale intensità di pressione nei tratti ascendenti e in quelli discendenti della lettera.

Se invece l'asta è notevolmente più marcata del filetto, l'asse seguirà più facilmente l'inclinazione dell'asta.4. Per la 's' vanno individuati due punti di riferimento per poter con essi tracciare l'asse correttamente.

L'asse deve passare per questi due punti

Si ricordi in ogni caso che l'esperienza aiuterà molto nell'evitare errori e nel tracciare con velocità e in modo quasi spontaneo i giusti assi letterali.